Ghost Records Shop

Il carrello è vuoto.

Vai al contenuto principale »

Moro - Homegrown (7")

Moro - Homegrown (7")

O

Panoramica veloce

Forte di due album molto apprezzati dalla critica italiana e anglosassone, il Moro torna a far parlare di sé con un nuovo singolo in vinile/EP digitale: Homegrown: Musica per Orto e Mezzo. Dopo le canzoni d’amore folk-rock di My Favourite Season e l’indie pop-folk-rock gioiosamente riflessivo di Silent Revolution, quest’ultima produzione segna una piccola svolta verso il folk pastorale – anche se le canzoni sono molto meno rassicuranti di quanto la definizione potrebbe far credere.

Moro - Homegrown (7")

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre viste

Dettagli

Forte di due album molto apprezzati dalla critica italiana e anglosassone, il Moro torna a far parlare di sé con un nuovo singolo in vinile/EP digitale: Homegrown: Musica per Orto e Mezzo. Dopo le canzoni d’amore folk-rock di My Favourite Season e l’indie pop-folk-rock gioiosamente riflessivo di Silent Revolution, quest’ultima produzione segna una piccola svolta verso il folk pastorale – anche se le canzoni sono molto meno rassicuranti di quanto la definizione potrebbe far credere. Pensato come colonna sonora di un programma TV ora in onda su LaEffe, Orto e Mezzo, Homegrown è anche un assaggio del terzo album del Moro, Home Pastorals, previsto per i primi mesi del 2014. La formazione di base di questo ibrido fra un songwriter e una band rimane la stessa – Massimiliano Morini eLorenzo Gasperoni suonano tutti gli strumenti a corda, Francobeat Naddei quelli a tastiera. La novità è rappresentata dal fatto che ora la musica del Moro è pubblicata da Gamma Pop, la gloriosa etichetta indipendente che ha lanciato Cut e Julie’s Haircut – mentre Ghost Records / Warner hanno acquisito le edizioni musicali dell’EP. Le due canzoni del singolo giustificano l’interesse per i lavori precedenti e aggiungono un’ulteriore dimensione alla scrittura di Morini. In City Pastoral – una specie di inno pastorale acustico, gioioso ma inquietante, che in qualche modo combina Fleet Foxes e Wilco – volpi urbane e pastori senza greggi si aggirano vagamente minacciosi per le strade notturne di una città contemporanea, trasformando in burro il latte pallido del nostro sonno (“to churn the pale milk of our sleep”) con le loro grida inarticolate. Nella più pacata e riflessiva Spike Milligan #2 – che fa pensare a un Leonard Cohen incrociato con i Gomez– la fissazione di Morini per il grande comico inglese malato di depressione lo porta a scrivere una meditazione introspettiva, ma niente affatto deprimente, sul modo migliore di venire a patti col mondo. La versione EP digitale di Homegrown contiene anche versioni strumentali di canzoni tratte dai due album precedenti (Sparks, Now, Lie to Me, I Know My Life Is No Longer My Own, tutte nella colonna sonora di Orto e Mezzo). Vista la destinazione, questi pezzi già noti sono qui presentati in veste acustica e bucolica. Un ascoltatore che sentisse solo questi, o ignorasse completamente la lingua inglese, potrebbe in effetti pensare che il Moro scriva canzoni innocue e “pastorali”. Tutte le informazioni per acquistare il 45 giri si possono trovare sul sito di Gamma Pop. L’EP Homegrown: Musica per Orto e Mezzo è disponibile su tutti i principali negozi digitali.